FACE – Facial Automation for Conveying Emotions

Tanti sono i libri e i film che ci proiettano in scenari futuristici in cui la convivenza tra robots ed esseri umani è una cosa scontata; certo non tutte queste storie sono a nostro favore: alle utopie tecnologiche si contrappongono infatti scenari catastrofici ove i nostri amici di metallo prendono il sopravvento sulla razza umana in maniera violenta.
Non possiamo certo negare la superiorità di una macchina rispetto all’uomo per quanto riguarda memoria e velocità di calcolo, ma noi poveri esseri fatti di carne e ossa vantiamo ancora abilità sconosciute a un androide come la capacità di provare emozioni.
Ma siamo davvero sicuri di ciò?

Classica. What else?

Prima di soffermarci su una qualsiasi riflessione è bene chiederci cosa si intende per “musica classica”.
Di solito, quando ci si trova a parlare di “classica” si intende un genere musicale colto, impegnato e specificamente occidentale. La fascia temporale interessata, tendenzialmente, si aggira tra l’XI e il XX secolo, (d.C. naturalmente!).
Detto ciò, sfido chiunque a dirmi che nella sua vita non ha mai improvvisato o quanto meno fischiettato, sempre che sappia farlo, un pezzo di musica classica.

Get up and walk

Vogliamo segnalare questo sito bellimerrimo a cura dei Padri Gesuiti italiani che propone il vangelo del giorno con annesso qualche spunto di riflessione.

http://getupandwalk.me/

Dateci un’occhiata magari scoprirete che era quello che stavate cercando da tempo!

Pietre Vive

Il progetto “Pietre Vive” nasce da giovani cristiani che desiderano annunciare la Buona Notizia dell’amore folle di Dio ai turisti che visitano i luoghi di culto di interesse storico-artistico. Fare in modo che le pietre dei monumenti sacri diventino parola, momento di incontro con la realtà soprannaturale che significano; rendere accessibile il messaggio spirituale che si cela nelle forme architettoniche e pittoriche ammirate dai visitanti, questo è lo scopo di Pietre Vive. Si tratta di un’operazione di fedeltà all’intenzione prima degli artisti e delle comunità che hanno voluto creare uno spazio per la comunione con Dio. Desiderio delle “Pietre vive” è restituire ai grandi monumenti dell’arte cristiana il loro ruolo di accoglienza, bellezza meditata, immagine della fede e della Chiesa, invito alla preghiera.

Immagine anteprima YouTube


Il primo incontro di formazione avrà luogo martedì 17 marzo alle ore 21 nei locali della Chiesa Universitaria di San Frediano

Il secondo incontro di formazione invece avrà luogo martedì 31 marzo, stessa ora, stesso posto

Clicca per vedere l’evento facebook


Per info: www.pietrevive.altervista.org
Su Facebook: Pietre Vive Pisa
Email: pietrevivepisa@gmail.com