Archivio per ‘Incontri in facoltà’

Tecnologia personalizzabile o persona aggiornabile?

La tecnologia presente come sta cambiando il modo di vivere delle persone, i rapporti umani, la società, le sue regole, la composizione delle classi sociali stesse?
L’accesso sempre più diffuso e a basso costo alla tecnologia sta contribuendo a rendere compiuta la democrazia?
Cosa sta dando e come sta variando il mondo dell’informazione?
Abbiamo già assistito ad una rivoluzione dei costumi quando sono stati introdotti, durante la seconda metà del XX secolo, quelli che oggi chiamiamo “media tradizionali”. La rivoluzione indotta dai nuovi media in cosa è simile e in cosa si distingue dalla suddetta rivoluzione?

Il cervello sul banco degli imputati – Il mistero del libero arbitrio tra neuroscienze e responsabilità penale

È dimostrato che il funzionamento dei lobi frontali è preposto alle attività cognitive e riflessive. In particolare è noto il ruolo che la corteccia prefrontale gioca nella regolazione dei meccanismi inibitori e dell’autocontrollo.
Si sa che sullo sviluppo di questi circuiti incide l’uso cronico di droghe e di alcool; che il tasso di anomalie neurologiche tra coloro che commettono reati è più alto che nella popolazione che non li commette e che tra le persone del primo gruppo l’incidenza di disfunzioni dei meccanismi della corteccia prefrontale è assai elevato.
È egualmente noto che il sistema limbico regola le nostre funzioni emotive e che un ruolo importante nel comportamento morale viene giocato dal sistema preposto alla reazione empatica.
In Italia, la prova neuroscientifica è entrata nelle aule dei tribunali a cavallo del primo decennio del ventunesimo secolo , ed ha condotto in due casi ad affermare la diminuita capacità di intendere e di volere degli imputati.