Archivio per ‘Università e vita universitaria’

EXPO 2015 – Biglietti per studenti

Segnaliamo questa utilissima partnership fra l’Università di Pisa e l’Expo 2015

L’Università di Pisa ha aderito alla convenzione “biglietti scuola Expo 2015″ che offre agli studenti biglietti per l’Expo 2015 alla tariffa agevolata di 10 euro.
Ogni studente potrà acquistare un biglietto nominale prenotando on line nel periodo dal 27 aprile al 22 maggio 2015. Dopo la prenotazione bisognerà stampare il Mav ed effettuare il versamento.
La distribuzione dei biglietti cartacei avverrà secondo termini e modalità che saranno comunicati direttamente agli interessati.

Per ogni informazione vi invitiamo a visitare il sito ufficiale dell’Università.

Invito alla pazienza

“Come sono poveri coloro che non hanno pazienza! Quale ferita è mai guarita se non col tempo?”

Così dice Shakespeare che ci ammonisce su una virtù poco esaltata nei nostri giorni frenetici.
Abbiate pazienza, ne serve tanta, ogni giorno: per raggiungere un obiettivo, non lasciarsi trascinare in qualche rissa verbale (e magari non solo!) con un compagno di lavoro, un amico che ci tradisce. Abbiate pazienza: conviene, e aiuta a vivere meglio.
Abbiamo perso la pazienza. Letteralmente, non riconosciamo più alcun valore in questa virtù, essenziale nei rapporti umani e non solo. Anzi, la consideriamo una perdita di tempo, un lusso che oggi non possiamo permetterci.

À toute!

17 settembre 2013, aeroporto di Catania

Oltre a una laurea magistrale otterrò una licenza in armi e bagagli, traslochi e saluti. Tutto fa brodo, anzi no, tutto fa curriculum di questi tempi.

Direzione: Parigi, 15°.

Conosco ogni angolo di quella via dove andrò a stare per sei mesi grazie al compagno Maps, so anche quale sarà il supermercato in cui dovrò fare la prima spesa per poi rassicurare i parenti che si mangia bene, non avranno le caciotte ma è tanto buono anche il camembert (solo a pronunciarlo ti meriti l’appellativo “francesina”). Bon, bando alle ciance!

Scrivo a distanza da un anno e più dalla mia partenza per Parigi e rivivo quel misto di tremore dato dalla commozione e di passione che ha contraddistinto un’esperienza tanto memorabile quanto speciale. Da settembre scorso ha avuto infatti inizio la mia esperienza di Erasmus Placement (stage all’estero) nella ville lumière, conclusasi nel mese di marzo 2014.
Nello specifico ho svolto un tirocinio presso l’Istituto Italiano di Cultura parigino, ente italiano gestito dal MAE (Ministero degli Affari Esteri) e dall’Ambasciata Italiana che si pone come obiettivo quello di promuovere e diffondere la lingua e la cultura italiana in tutte le sue forme.

“30 su 33″

“30”. In tempo di esami è sicuramente il più bel traguardo sperato. Dopo un mese di reclusione e zero vita sociale, inutile dirlo… c’è soddisfazione! Finalmente possiamo concederci un bel respiro di sollievo, una mega doccia, camicia bella oppure tacchi a spillo (dipende dal soggetto), e un sabato sera come si deve con gli amici o i colleghi. Solo una regola: vietato parlare di studio!

“Gesù, quando cominciò il suo ministero, aveva circa trent’anni…”. (Luca 3,23)

“30”. Sono gli anni di vita privata di Gesù, a fronte dei 3 (circa) di missione pubblica. La proporzione è questa: “30 su 33”.